LIM.jpg

Cos'è una LIM ? Perché di recente se ne sente parlare così tanto? In che senso può essere uno strumento a supporto della didattica? LIM è l'acronimo di Lavagna Interattiva Multimediale.

Nella nostra Scuola Primaria sono presenti:
3 LIM EYEBOARD;
2 LIM STAR BOARD
La lavagna Interattiva Multimediale si presenta come una lavagna bianca, ed è collegata ad un computer del quale funge da schermo con tecnologia touch screen (ovvero con la possibilità di dare input attraverso lo schermo). Si ha così la possibilità di utilizzare tutti i programmi installabili nel PC (dal pacchetto office ai programmi specifici per la LIM a software didattici) oltre ad utilizzare le risorse digitali depositate nel PC, o in CD e DVD visionabili attraverso PC, o ancora risorse scaricabili da internet. Funge insomma da maxi-schermo per PC e da videoproiettore. Inoltre consente di modificare le risorse digitali a disposizione e di costruirne di nuove, archiviarle e reperirle in un secondo momento.

disegni.jpg abaco.jpg

Potenzialità della LIM
Le potenzialità didattiche messe in evidenza dalle indagini sull’uso della LIM riguardano la maggior partecipazione e coinvolgimento da parte degli alunni, e, a distanza di qualche anno dall’utilizzo, miglioramenti nella lingua e nella matematica. Molti ritengono che l’uso della LIM porterebbe potenziare negli alunni la capacità di costruire le conoscenze attraverso la formulazione di ipotesi, e la condivisione. La multimedialità della LIM potenzia il valore attivante degli stimoli forniti ai processi di apprendimento poiché filmati, audio e immagini arricchiscono l’input e stimolano i processi attentivi. Ma la LIM facilita anche altre fasi del processo di apprendimento: quando l’alunno ha percepito e compreso l’input, poi lo elabora e produce una qualche forma di output (un prodotto). Nell’apprendimento, secondo le più recenti ricerche, è fondamentale il ruolo attivo del soggetto che costruisce la propria conoscenza partendo dagli input forniti. In questo la LIM facilita l’alunno perché gli offre diverse modalità di azioni disponibili. Oltre a ciò la LIM, con la possibilità di registrare, archiviare e recuperare i lavori (anche i processi e non solo i prodotti) facilita la riflessione metacognitiva, considerata fondamentale per un apprendimento efficace e duraturo.



geografia.jpg

Per altri la LIM è uno strumento utile per facilitare la comunicazione, cooperazione e appartenenza al gruppo.
Se l’insegnante struttura l’attività con modalità cooperativa, la LIM è un sostegno molto efficace poiché diventa uno spazio in cui è facile che tutti i membri del gruppo possano intervenire (molto più che nel PC o nella lavagna tradizionale).
Infine, la LIM valorizza le differenze. In una classe gli alunni sono molto diversi tra loro, sia per qualità d’intelligenza, per stili cognitivi e di apprendimento, per stili attributivi, autoefficacia e motivazione, sia per modalità di comprensione. Una scuola inclusiva riconosce e valorizza queste differenze individuali e la LIM può essere utile a questo scopo in tre passi:
La LIM diventa il palcoscenico in cui insegnanti ed alunni osservano se stessi e gli altri al lavoro in modo che i processi di analisi, di elaborazione e di sviluppo di output di chi lavora alla lavagna siano visibili in presa diretta, e possano anche essere archiviati e recuperati.
La pluralità delle modalità operative può emergere strutturando l’attività in modo cooperativo e assegnando ruoli diversi e complementari agli alunni.
Rinforzare pubblicamente l’uso di modalità operative diverse, rendendole pubbliche e condivise da tutti, è utile per valorizzare le differenze. La LIM offre in questo un valido aiuto poiché permette di archiviare, richiamare e rendere pubblico il lavoro degli alunni.



Un Blog dove trovare informazioni e sitografie dedicate al lavoro con la LIM: ASCUOLAdiLIM